In base alla normativa che regola le comunicazioni Intrastat (art. 50 bis, comma 6, del DL 331/93 – art. 262 direttiva 2006/112/CE) i servizi bancari, assicurativi, finanziari e relative intermediazioni sono esclusi dall’obbligo di comunicazione, poiché si tratta di quelle operazioni esenti per la normativa Iva nazionale ( art.10 DPR 633/72).
 
Tuttavia, il servizio offerto da Stripe non sembrerebbe un vero e proprio servizio finanziario, come quelli offerti da banche, società di leasing, assicurazioni e tutti i soggetti abilitati, quanto piuttosto una piattaforma informatica di supporto ai pagamenti stessi che avvengono per mezzo di intermediari abilitati (banche) o strumenti emessi da intermediari abilitati ( carte di credito).
Per questo, a mio parere, si tratta di un servizio “ausiliario” ai servizi finanziari veri e propri ed esenti da iva, che occorre comunicare con il modello Intra  ed identificabile con il codice 661992 per i “Servizi di gestione delle transazioni finanziarie e servizi di compensazione”.
A conferma di ciò, lo stesso fornitore Stripe emette fattura con Iva , con l’applicazione del reverse charge.
 

Le fatture ricevute da Stripe, quindi, vanno inserite nella comunicazione Intrastat dei servizi ricevuti .

 
Tagged:

About The Author

Comments

  1. romano visentin

    sinceramente le fatture di stripe hanno il campo IVA a zero e quindi ? faccio il carico acquisti al 22% ? ma la legge comunitaria che dice ?

Lascia un commento o richiedi supporto con il pulsante "Aiuto"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.