WooCommerce è la più nota e solida piattaforma di eCommerce per wordpress, e WPEngine parallelamente si è affermata come leader nel hosting gestito per WordPress. Questi due fattori presi singolarmente sarebbero già sufficienti per valutare WPEngine come servizio per ospitare la tua piatta WooCommerce ed alimentare il tuo business on-line.

In questo post, vedremo nel dettaglio alcune cose che abbiamo raccolto nella nostra esperienza di migrazione di siti WooCommerce su WP Engine, analizzeremo il processo di migrazione e condivideremo con voi le soluzioni per evitare di incorrere nei problemi più comuni.

Perché migrare un sito WooCommerce su WP Engine?

Risposta breve:
la Velocità

Risposta lunga:
La velocità di un sito e-commerce è sicuramente uno dei fattori più importanti per effettuare vendite.

E ‘stato dimostrato che i nostri tempi di attenzione sono diventati sempre più corti e siamo sempre più disattenti quando navighiamo su Internet. Se lo scopo della vostra attività di vendita on-line è quello di avere successo sarà necessario essere in grado di attenuare questo fenomeno cercando di aggevolare ai visitatori il processo di acquisto, rendendolo il più veloce possibile, altrimenti li si potrebbe perdere in un classico scenario di carrello abbandonato.

Garantire il caricamento della pagina in millisecondi piuttosto che in secondi è un modo sicuro per ridurre l’abbandono del carrello ed aumentare le entrate. WP Engine offre ambienti server di hosting out-of-the-box gestiti e ottimizzati per i siti basati su WordPress.

Se hai effettuato la migrazione del sito da solo o sei stato seguito da qualcuno inesperto riguardo alle sfumature delle migrazioni di WooCommerce sulla piattaforma WP Engine, c’è un tassello fondamentale del puzzle che potrebbe essere stato perso e che può causare danni immediati a te e all’esperienza dei tuo clienti.

Il problema del Carrello vuoto e come risolverlo

Il vostro cliente aggiunge un elemento al carrello, fa clic sul pulsante “Acquista” e la pagina viene caricata con nulla dentro al carrello.

Cosa?!?

Non è esattamente una grande esperienza utente, vero?

Perché succede

Questo accade a causa del caching aggressivo usato da WP Engine e altri host WordPress-centrici super veloci.

Dopo che un utente aggiunge un elemento al carrello e cerca di caricare la pagina di checkout, quello che ottiene in realtà è una versione della pagina di checkout presente nella cache che ovviamente non include le voci che sono appena state aggiunte.

E’ la natura della super cache per rendere il più veloce possibile il sito di eCommerce.

Ma la buona notizia è che c’è una soluzione semplice.

Come risolvere il problema

Per garantire che questo non accada, è necessario assicurarsi di  non effettuare il caching su WP Engine della pagina di checkout di WooCommerce e delle pagine correlate (come ad es il carrello).

Se stavi effettuando la migrazione da solo, è necessario inviare una richiesta di assistenza al support team di WP Engine con annesso l’elenco delle pagine che desideri escludere dalla loro cache a livello del server.

Se hai deciso di lavorare con noi per migrare il tuo sito su WP Engine, puoi semplicemente sederti e rilassarti, perché comunicare le esclusioni delle pagine dal caching è già stato previsto in fase di migrazione.

Tratto, tradotto ed integrato da un articolo di Adam W. Warner

Tagged:

About The Author

Lascia un commento o richiedi supporto con il pulsante "Aiuto"