Rispondo ad una domanda che ci giunge da un utente:

Q.Una domanda di base ma non ho mai usato Time Machine.
La domanda è la seguente: se, dopo aver fatto il primo backup con Time Machine, io, magari dopo un mese, cancello una cartella sul Mac, cosa succede? Time Machine si aggiorna cancellando pure lui quella cartella? In sostanza: Time Machine non può essere usato come archivio ma solo come allineamento con il Mac?

A.
TimeMachine di Mac OS X nasce con il proposito di eseguire copie di backup su di un volume locale o di rete.
Mantiene una copia di ogni versione di file, ad ogni revisione dello stesso, ed anche copia dei file che sono stati cancellati, tramite quello che in gergo definiamo un backup incrementale.
Lo spazio di tale volume è ovviamente finito  e pertanto quando il sistema raggiunge il limite dello spazio di disco, incomincia a cancellare  i file più vecchi (in ordine di data) per le versioni multiple dei file archiviati (versioning) ed ovviamente cancella i file che sono stati cancellati.
Per essere più chiari, utilizzando la metafora della “macchina del tempo”, permette di avere accesso alla situazione del proprio disco rigido come si trovava con tutti i file intatti alla data predefinita.
Quindi quando il disco rigido di backup è pieno, si libera delle versioni più vecchie.
Pertanto, in conclusione, se risulta possibile recuperare file cancellati recentemente, Time Machine non va inteso come un sistema di Archiviazione dei dati, e pertanto se si desidera conservare dei file che si vuole togliere dal proprio disco rigido è opportuno copiarli prima su di una memoria esterna o su di un server

 

Tagged:

About The Author

Lascia un commento o richiedi supporto con il pulsante "Aiuto"